Ob-Servare un Incantesimo




Ecco un bel pensiero “Io Sono Dio”, che molti interpreterebbero come arroganza, non rendendosi conto di quanto si sviliscono mentre vedono loro stessi negli altri, in loro stessi. Perché è giunto un importante momento, adesso, proprio ora, in questo istante dello spaziotempo. Dal prossimo secondo inizia ad osservare. E con osservare intendo dire Osservare, che viene da Ob che ha il senso di sopra, avanti, attorno, e Servare cioè custodire, salvare, guardare, anche nel senso di tenere gli occhi addosso. Perché diciamocelo se osserviamo bene la parola Dio, ognuno può rendersi conto di quanti significati possa assumere, e sentiamocelo addosso, soprattutto che Dio NON comanda, Dio Crea. “Più persone sono Dio, più Creatori Creativi manifestano fluentemente ciò che Sono, quindi Io Sono Dio” disse una voce nella mia mente, mentre un’altra le rispondeva “Il tutto è amorevolmente connesso all’Essenza dell’Amore più Puro, quello che si Gode tutta la Vita Intera per Davvero. Se non ti senti Libero in questo stato, proponimene un altro che sia all’altezza di questo Piacere Gioioso.” Che divertenti dialoghi pensai ora. E se continuiamo così, capirai adesso veloce-mente che le Parole trasformano tutto, la percezione del Tempo, dello Spazio, il Senso delle cose, l’immagine dei tuoi pensieri che puoi vedere intorno all’Oggetto dell’Osservazione, e al Soggetto dell’Atto di Osservare. Comprendi? Ardo di Emozioni.

Poi dicono che Osservare non in-fluisce sugli accadimenti. Ecco, allora non c’è alcun problema per te nell’invitarmi ad Osservarti mentre stai facendo l’Amore con qualcuno. In ogni caso ne deduciamo che Osservare sia, estrema-mente, im-portante, Tu Sei im-portante all’estremo!

Nessun commento:

Posta un commento